Il tempo delle guerre con i fucili d’assalto o i lanciagranate è terminato! Adesso sta ritornando di moda il vecchio duello all’arma bianca con i combattimenti ravvicinati corpo a corpo, che la fa da padrone; quindi abbandoniamo le guerre tecnologiche e con armi fantascientifiche e impugniamo il caro vecchio spadone per buttarci nella furibonda mischia di una vera guerra campale, in un’ambientazione unica che ha segnato quasi mille anni di storia d’Europa, il Medioevo.

Grazie al potente motore grafico Unreal Engine 3 e al team di sviluppo della Torn Banner Studios al suo primo lavoro, sono stati ricreati gli scenari e le ambientazioni tipiche di quest’epoca oscura e sanguinaria della storia, tutto racchiuso in un titolo altisonante come Chivalry: Medieval Warfare!

immagine post

Questo gioco ci riporterà nell’epoca medioevale più cruenta e spietata, dove le guerre campali tra i signori feudali, conti o duchi, erano quasi all’ordine del giorno. Potremo scegliere tra quattro tipologie di guerrieri: gli Arcieri, gli Uomini d’Arme, i Cavalieri e l’Avanguardia.

Arcieri: questa classe di guerrieri erano fondamentali per far cadere una pioggia di frecce sui grandi eserciti che si schieravano in campo aperto. Ovviamente non sono adatti per i combattimenti ravvicinati. Hanno l’abilità speciale del “Farabutto” perché sono in grado d’infliggere un 50% di danni colpendo gli avversari alle spalle con un coltello!

Uomini d’Arme: sono soldati equipaggiati con armatura leggera e con spada o mazza, magari supportati da uno scudo. Sono veloci sul campo di battaglia e come abilità speciale possiedono la capacità “Elusiva” perché sono in grado di schivare con molta prontezza, i colpi avversari.

Cavalieri: sono guerrieri devastanti equipaggiati con corazze pesanti e lunghi spadoni da brandire a due mani. La loro potenza d’attacco è micidiale, poiché con un solo fendente possono amputare arti o aprire teste come fossero meloni. Sono l’equivalente dei carri armati di un moderno esercito e possiedono l’abilità “Corazzato” che gli permette sopportare maggiori danni, prima di cadere al suolo senza vita.

Avanguardia: questi sono i principali soldati che formano appunto l’avanguardia dell’esercito, sono armati di armi lunghe come lance o alabarde dagli effetti devastanti. I colpi letali che sferrano dalla distanza gli rendono particolarmente temuti sui campi di battaglia. Possiedono l’abilità “Caricare” che gli permette eseguire un attacco repentino che non lascia scampo agli avversari.

immagine post

Un dato curioso sulle tipologie di guerrieri che si possono utilizzare sul campo di battaglia è che non è presente la cavalleria! Visto il nome del gioco, Chivalry: Medieval Warfare, questo è un dato che lascia un po’ perplessi, ma che comunque non è importante!

Torniamo alle cose importanti! Una volta scelto il proprio guerriero saremo catapultati in una vera guerra campale, dove insieme ai nostri compagni d’arme dovremo farci largo tra i nemici. L’unica regola da seguire è: non si fanno prigionieri!

La visuale è in prima persona (FPS) anche se è possibile cambiarla in terza, non ve lo consiglio, dato che il gioco è stato pensato perché lo vediate e lo viviate direttamente con occhi del vostro guerriero.

immagine post

Gli scontri saranno cruenti come la realtà delle guerre medioevali imponeva, per cui non sarà cosa rara vedere rotolare teste o arti brutalmente separati dal corpo del suo proprietario con un colpo di spada. Il sangue ovviamente scorrerà a fiumi.

Una caratteristica divertente, ma anche coinvolgente, sarà la possibilità di lanciare terrificanti urla di guerra prima di lanciarsi nella mischia, anche se questo rappresenta solo una nota di colore, giacché non ha alcun effetto sugli avversari.

Il game play è fondamentalmente un FPS multiplayer, con le classiche modalità Deatmatch o Cattura la Bandiera articolate in sei scenari differenti che sono: Stoneshill, Arena, Battlegrounds, Hillside, Ruins, Dark Forest. Mentre è assente una campagna single player e questo, devo dire che è un vero peccato! La grafica è ben curata e le ambientazioni a volte caotiche delle battaglie, rendono bene l’idea di com’erano le guerre in quell’epoca. Il gioco non è esente da pecche grafiche come l’approssimativa simulazione del fuoco o della vegetazione.

immagine post

In ogni caso, trattandosi del primo lavoro della Torn Banner Studios, il risultato non è per niente male, soprattutto per chi è alla ricerca di un’esperienza forte e adrenalinica, di un duello corpo a corpo a colpi di mazza ferrata! Chivalry: Medieval Warfare è sicuramente da provare in compagnia di tanti amici.

27
dic
2012

Programmi consigliati

Scrivi una risposta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos necesarios están marcados *

È possibile utilizzare questi tag e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>