Se il vostro computer è lento nel reagire alle azioni di base, è il momento di prendere in considerazione alcune operazioni di manutenzione. L’idea delle misure che spiegheremo più avanti è quella di accelerare il sistema eliminando i componenti obsoleti, riorganizzando la struttura dei file e pulendo le aree essenziali per ottenere una prestazione ottimale.

Primo passaggio: la deframmentazione del disco

Probabilmente avete sentito parlare di frammentazione del disco. In breve, questo processo significa riorganizzare i diversi file salvati nel sistema, che sono divisi e dispersi in tutto il disco rigido. Questa frammentazione è comune in Windows e ha lo scopo di fare buon uso del disco rigido, ma può anche rallentare il sistema a medio termine.

La soluzione a questa dispersione è la deframmentazione. Windows dispone di un modulo per svolgere questo compito e  anche se è molto efficiente, è bene sapere che ci sono altri programmi per la deframmentazione con più opzioni e prestazioni variabili.

Per accedere allo strumento, cliccare sul pulsante di avvio di Windows, fare clic sul collegamento Risorse del computer, aprire il menu contestuale del disco che si sta per deframmentare (tasto destro del mouse sulla partizione desiderata) e fare clic su Proprietà. Una volta che siete lì, dovete accedere alla scheda Strumenti e fare clic sull’opzione deframmentazione.

immagine post

Vi troverete tre opzioni: avviare il processo, analizzare il disco per scoprire il grado di frammentazione e pianificare il processo per l’esecuzione futura. È sufficiente fare clic sulla prima di queste opzioni e attendere la fine del processo. Tenete a mente che la durata di quest’operazione varia a seconda dello stato del proprio disco. Si consiglia di eseguirlo quando non si utilizza il PC.

Secondo passaggio: Pulire il Registro di sistema

Il Registro è il componente essenziale per il funzionamento del sistema. Qui, è memorizzata una grande quantità d’informazioni sui programmi e dispositivi, necessaria per il loro corretto funzionamento. Tuttavia, l’utilizzo, la disinstallazione e altri fattori esterni riempiono il Registro di sistema di informazioni obsolete e non valide che rallentano il computer.

Per evitare questa situazione, la cosa ideale da fare è pulire tutta la spazzatura accumulata. Per fare questo, dovremmo utilizzare CCleaner, un ottimo programma che vi aiuterà in questo e in altri compiti. Ottenere dei risultati con quest’applicazione richiede un solo clic, ma nel caso vogliate saperne di più su questo processo, visitate il nostro manuale di uso CCleaner.

immagine post

È importante notare che ci sono diversi programmi per pulire il registro che potete provare. Il nostro consiglio: scaricate e cercatene uno che vi soddisfi.

Terzo passaggio: eliminare la cronologia di navigazione

Poiché usare il browser web, riempie il sistema con elementi temporanei, si consiglia di eliminare periodicamente i cookie e i file generati durante la navigazione ogni giorno.

Ci sono diversi modi per farlo. Il più semplice è utilizzare gli strumenti inclusi nei browser stessi per effettuare l’eliminazione. Anche se i dettagli variano per ciascun caso, avete solo bisogno di individuare le opzioni “cronologia” nel vostro browser preferito, dove troverete un pulsante per cancellare la cronologia recente, o qualcosa di simile.

In genere sarete in grado di selezionare quali componenti dovrebbero essere eliminati, ma se non avete conoscenze su questo argomento, è sufficiente lasciare le opzioni che sono attive di default.

immagine post

Un’altra alternativa possibile per questo compito è utilizzare uno strumento specializzato per questo compito. E indovinate un po’? CCleaner vi può aiutare.

Quarto passaggio: scansione anti-virus

Infine, va notato che le prestazioni ridotte del PC possono essere dovute alla presenza di alcuni software dannosi che assorbono le risorse. Anche se non siete sicuri che questo sia il caso, è importante eseguire la scansione di virus e minacce simili.

Ovviamente, avrete bisogno di un antivirus per questo compito. Le opzioni sono molteplici, dai programmi antivirus gratuiti e quelli a pagamento, alle suite su Internet (pacchetti di sicurezza molto più completi). L’idea è di utilizzare il programma che vi piace di più per realizzare questo passaggio finale. L’unica cosa importante qui è che la scansione dev’essere più dettagliata possibile, per garantire che tutti gli angoli del sistema siano privi di malware.

immagine post

I quattro passaggi descritti in precedenza sono degli ottimi alleati per mantenere il PC in forma ottimale. Tuttavia, devono essere eseguiti regolarmente, e non solo quando c’è un’emergenza. Forse l’effetto sarà meno evidente in questo caso, ma il vostro sistema ve ne sarà grato.

09
ago
2012

Programmi consigliati

Scrivi una risposta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos necesarios están marcados *

È possibile utilizzare questi tag e attributi HTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>